Notizie in Evidenza

AVVISO AVVENUTO DEPOSITO PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PUA

ISCRIZIONE ALBO FORNITORI - COMUNICAZIONI -

Questa Amministrazione ha stipulato una convenzione con l’Unione dei Comuni Bassa Reggiana per lo svolgimento sino al 31/12/2018 delle procedure relative agli appalti e concessioni di lavori, servizi e forniture e, con determinazione n. 33 del 01/02/2018, per quanto previsto all’art. 1 della Convenzione predetta, il Comune di San Felice sul Panaro ha stabilito  di fruire sino al 31/12/2018 dell’elenco operatori economici istituito dall’Unione Comuni Bassa Reggiana per tutte le procedure di affidamento dei contratti di cui all’art. 36 comma 2 lettere b), c) e d) del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.

Le imprese interessate potranno iscriversi, seguendo la procedura al link sotto riportato:

http://www.bassareggiana.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idSezione=18580&idArea=18583&idCat=18477&ID=18477&TipoElemento=categoria

Interventi edilizi che richiedono la comunicazione di inizio lavori (CIL) Stampa E-mail

Possono essere liberamente realizzati previa comunicazione di inizio lavori asseverata al Comune i seguenti interventi elencati all'art. 7, comma 4 della L.R. n. 15/2013:

a) le opere di manutenzione straordinaria e le opere interne alle costruzioni, qualora non comportino modifiche della sagoma, non aumentino le superfici utili e il numero delle unità immobiliari, non modifichino le destinazioni d'uso delle costruzioni e delle singole unità immobiliari, non riguardino le parti strutturali dell'edificio o siano privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici e non rechino comunque pregiudizio alla statica dell'edificio;

b) le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d'impresa;

c) le modifiche della destinazione d'uso senza opere, tra cui quelle dei locali adibiti ad esercizio d'impresa, che non comportino aumento del carico urbanistico".

Per interventi di manutenzione straordinaria si intendono "le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni d'uso” (Allegato L.R. n. 15/2013).
Per una descrizione degli interventi più comuni si rimanda alla Tabella sinottica della disciplina degli interventi edilizi (L.R. n. 15/2013), che ha comunque carattere solo esemplificativo e non esaustivo.
Per i casi non contemplati e per approfondimenti o precisazioni si invita a far riferimento al servizio informativo telefonico o a prendere appuntamento con i tecnici del Settore.
Requisiti dell'intervento:

Le opere devono essere conformi alla disciplina dell'attività edilizia, costituita:
a) dalle leggi e dai regolamenti in materia urbanistica ed edilizia;
b) dalle prescrizioni contenute negli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica vigenti e adottati;
c) dalle discipline di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia, tra cui la normativa tecnica vigente in materia di antisismica,  sicurezza, antincendio, requisiti igienico-sanitari, efficienza energetica,  superamento e non creazione delle barriere architettoniche, sensoriali e psicologico-cognitive;
d) dalle normative sui vincoli paesaggistici, idrogeologici, ambientali e di tutela del patrimonio storico, artistico ed archeologico, gravanti sull'immobile.

Qualora siano necessari autorizzazioni e altri atti di assenso, questi devono essere acquisiti prima della presentazione della CIL asseverata.

Soggetti coinvolti:
•    il/i proprietario/i dell'immobile, o altro soggetto avente titolo ad intervenire
•    un professionista tecnico abilitato
•    il Direttore lavori
•    l'impresa che eseguirà i lavori

Principali contenuti e allegati della comunicazione:
•    la data di inizio lavori e la data presunta di fine dei lavori (entro un termine massimo di 3 anni dalla data del loro inizio);
•    dati identificativi dell'impresa o, in alternativa, la comunicazione dell'esecuzione dei lavori in economia diretta;
•    la relazione tecnica asseverata a firma di un professionista tecnico abilitato;
•    elaborati progettuali che dimostrino la ricorrenza di interventi privi di rilevanza ai fini sismici;
•    l'elaborato grafico progettuale.


Adempimenti in fase di fine lavori:
Obbligo della comunicazione di fine lavori con allegati:
•   copia degli atti di aggiornamento catastale, nei casi previsti dalle vigenti disposizioni;
•   copia delle certificazioni degli impianti tecnologici, qualora l'intervento abbia interessato gli stessi
Non sono richiesti la presentazione della scheda tecnica descrittiva e il rilascio del certificato di conformità edilizia e agibilità. 


Modulistica:
Comunicazione di inizio lavori (CIL)

Riferimenti normativi:
L.R. n. 15/2013